Consulente privacy

Storicamente, la privacy era quasi implicita, perché era difficile trovare e raccogliere informazioni. Ma nel mondo digitale, che si tratti di telecamere o satelliti o semplicemente di un clic sul computer, abbiamo bisogno di avere norme più esplicite – non solo per i governi, ma anche per le imprese private.

http://www.extraformam.it/sites/default/files/styles/large/public/imagecacher.php_.png?itok=s6bawPlo                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              Bill Gates

 

 

 

Con l'entrata in vigore dal 1° gennaio 2004 del nuovo "Codice in materia di protezione dei dati personali" sono stati introdotti molteplici adempimenti per tutte le imprese, studi commerciali, associazioni, enti pubblici economici e non, con l'obiettivo di rendere ancora più efficace ed intensa la tutela del diritto alla protezione dei dati personali.
Il nuovo codice, tenendo conto dell'utilizzo oramai generalizzato degli strumenti elettronici, analizza i problemi di gestione e protezione degli archivi informatici contenenti i dati personali, ricercando misure atte ad evitare eventuali danneggiamenti, manomissioni o intrusioni negli stessi strumenti informatici, da parte di soggetti non autorizzati e/o estranei al Titolare.
Allo stesso modo, il nuovo codice indica le "misure minime di sicurezza" da adottare quando il trattamento dei dati avviene mediante l’utilizzo di strumenti cartacei.
La stesura e messa in pratica delle misure minime, sia che il trattamento dei dati avvenga con l’ausilio o meno di strumenti elettronici, è un'attività che richiede esperienza e competenze specifiche, senza le quali si corre il rischio di ridurre l'operazione ad un'inutile attività burocratica oltre al rischio di vedersi sanzionati per eventuali violazioni di legge.
Nel corso del corrente anno è prevista, inoltre, l’entrata in vigore il Nuovo Regolamento privacy che abrogherà ipso iure tanto il nostro D.lgs. 196/2003 come tutti gli altri codici privacy d’Europa, e che prevederà obblighi non di poco peso in capo alle imprese, agli studi professionali e agli Enti pubblici che trattano dati personali, come quello per i Titolari del trattamento con più di 250 addetti di designare un soggetto indipendente destinato a vigilare sulla conformità del trattamento dei dati alle nuove normative, o quello che contiene una previsione di portata più ampia rispetto al D.P.S., ovvero l’obbligo per le imprese per studi professionali e per gli Enti pubblici di predisporre un Sistema organizzativo privacy contenenti una serie di informazioni (statement) volte a descrivere le operazioni di trattamento di dati personali.
Altre novità presenti nel regolamento privacy saranno multe fino al 2% del fatturato globale ai danni dei Titolari del trattamento che violino le nuove norme sulla protezione dei dati personali prossime all’introduzione e controlli sempre particolareggiati sui dati che circolano sul web.
E’ altresì previsto un obbligo di adottare misure tecnologiche (privacy by design) che riducano di default il trattamento dei dati personali al minimo necessario anche riguardo al periodo massimo di conservazione e ai soggetti che possono avere accesso ai dati.
Sarà inoltre richiesto ai Titolari del trattamento di ottenere “specifici e espliciti” forme di consenso degli utenti nelle operazioni di archivio dei dati.
Data la complessità e la vastità delle problematiche riguardanti un corretto trattamento di dati personali previsti dall’attuale D.lgs. 196/2003 e da quelle che introdurrà il nuovo Regolamento Europeo, nonché alla luce del provvedimento a carattere generale dell’Autorità Garante per la Privacy per la gestione dei Cookie, la cui scadenza è fissata per 2 giugno c.a., e all’intensificarsi dei controlli da parte dell’ente accertante, La invitiamo, se interessato, a contattarci quanto prima per una valutazione della Sua posizione in materia di privacy.